Skip to content

Precisazione

Con riferimento a quanto apparso sugli organi di stampa circa la vicenda dell’impiego irregolare del giocatore Erazem Lorbek da parte della Benetton Treviso nel campionato 2006/ 2007, la Fip ritiene doveroso precisare che mai la violazione di una regola, ancorchè sportiva, può trovare giustificazione nell’eventuale incolpevole errore di un ufficio, e che l’operato della Fip, in punto di controllo, non è stato mai oggetto di censura.

La Fip, in attesa di leggere le motivazioni della sentenza del Gup di Bologna, rammenta che le società affiliate hanno dei precisi doveri in materia di utilizzo dei giocatori, cui conseguono precise responsabilità, che nel caso di specie sono state riconosciute dai Giudici Sportivi nei diversi gradi di giudizio.

Published inHomepage