Skip to content

Parla Petrucci

Petrucci: «Male le squadre? L’italiano vince da solo»

ROMA — La ribellione: «Gli insuccessi delle squadre azzurre non equivalgono alla crisi del nostro sport». Il k.o. estivo del basket e quello recentissimo del volley maschile sono stati presentati come la prova di una deriva epocale davanti alla quale Gianni Petrucci, presidente del Coni rieletto il 6 maggio, tira cannonate, facendo riferimento ai medaglieri: «Non è un momento felice per tante nazionali e il fatto colpisce l’opinione pubblica. Ma sostenere che nel passato si trionfava, è un falso storico: nel dopoguerra abbiamo vinto l’oro olimpico solo con la pallanuoto, signori». Il passato, ma in fondo anche il presente («l’eccezione alla regola sono stati i Giochi di Atene»), certificano un dato di fatto: siamo una nazione di grandi individua– lità, ma non di grandi squadre.
Possibile, Petrucci, che lei non sia preoccupato?
«No, lo sono. Però analizzo le situazioni. Togliamo il calcio: si sta qualificando al Mondiale e non fa testo. Sono il basket e il volley maschile ad aver vissuto le peggiori turbolenze. E ci sta mancando lo storico contributo della pallanuoto».
Obiezione: l’Italia del rugby ha tanti soldi, fa tendenza ma non ha ancora una dimensione vincente.
«Eppure ha fatto passi da gigante in un mondo nel quale nemmeno esistevamo. Inoltre ha un grande appeal sui giovani e crescono i tesserati».
Volley e basket, dicevamo…

«Non devono perdere fiducia. La pallavolo a Pechino ha conosciuto con le ragazze una delusione che ci può stare; i maschi, invece, sono arrivati in semifinale e scusate se è poco. Io punto su Andrea Anastasi e sulla sua svolta. Dal Mondiale 2010 torneremo dove eravamo abituati a stare».
Più duro pensarlo per la pallacanestro.
«Dino Meneghin non si scoraggi. Guida un grande sport che ha bisogno prima di ritrovare unità e poi di bilanciare il rapporto tra italiani e stranieri. Infine, vedo Dino negli stessi panni del Gianni Petrucci del 1993, neopresidente della Fip. Fui costretto a chiudere l’esperienza azzurra di Sandro Gamba e a ripartire da un giovane allenatore, Ettore Messina che vestiva giacca e cravatta come piace a me e che sapeva parlare non solo di basket. L’inizio fu terribile, però poi Messina vinse. E quando ci lasciammo, scelsi Tanjevic».
Lupus in fabula: dopo il Mondiale 2010, Tanjevic concluderà il contratto con la Turchia e si vocifera di un affascinante ritorno al timone azzurro. Benedice la soluzione?
«Boscia ce l’ho nel cuore. Ma spetta a Meneghin decidere».
Si invoca anche Simone Pianigiani, giovane, coach della Siena dominatrice. Pianigani ama pure le giacche…
«Non intervengo. Anzi, no, parlo: ho letto le dichiarazioni di un alto dirigente di Siena; non sono state di classe, non è mai bello porre condizioni per la scelta di un allenatore».
Il tasto dolente della pallanuoto: non vince più, ha squadre imbottite di naturalizzati, resta uno sport di nicchia.
«La sua tradizione ci manca tanto nel medagliere. E quando vedo che ci sono formazioni con 11 stranieri su 13, non capisco e non accetto. Perché la pallanuoto non sfonda? Perché non tocca i grandi centri, difetto comune al rugby e all’hockey ghiaccio. Certi presidenti federali hanno una missione: rendere più popolare il loro sport».
Ma la storia spiega che nel nostro sport sono le individualità ad eccellere.
«Una tendenza assodata non esclude le eccezioni. Sono contro i luoghi comuni: si diceva, ad esempio, che l’italiano non sa sacrificarsi; ecco invece il Mondiale di boxe a smentire».
Però abbiamo uno sport a macchia di leopardo: ad esempio l’atletica, a differenza del nuoto, ha fatto splash.
«L’atletica si riscatterà, ha giovani interessanti e un presidente, Franco Arese, che appoggio. Il discorso è generale. Abbiamo 45 federazioni, 26 delle quali competono per i Giochi estivi: siamo ai vertici, ma esiste pure una concorrenza spietata. Come si migliora? Voglio che i presidenti federali imitino i manager d’industria; o che diventino commissioner sul modello della Nba».
Ha attaccato tecnici del volley che allenano nazionali straniere. Sbaglia, secondo noi: sono professionisti…
«Nel volley non c’è il professionismo. Ma anche senza sottilizzare, si tratta di definire un’etica: se un nostro allenatore, che lavora in Italia, sa che poi andrà a guidare una selezione estera che affronterà gli azzurri, ecco mi pare che il conflitto sia evidente. Per non parlare di quelli che vincono una volta e poi danno lezioni: che tristezza…».
Forse è un problema di michetta…
«Mi sembra impossibile dividere la testa in due parti. Si offendano pure, i tecnici del volley: ma questa è la mia idea e me la porto fino alla tomba».
Basket e volley, per le donne, lanciano il College Italia.
«Una grande idea, che dovrebbe essere imitata».
Si migliorerà, anche a livello di squadre, se la scuola capirà la valenza dello sport?
«Il ministro Gelmini adesso deve badare alla partenza del nuovo anno scolastico. Ma confido che entro una quindicina di giorni si possa cominciare a lavorare sui buoni presupposti messi già a fuoco. Parafraso Obama: non sarò il primo presidente a parlare della necessità dello sport nella scuola, ma vorrei essere l’ultimo».
f. van.

Published inHomepage

28 Comments

  1. How did you make this site look this sick!? Email me if you want and share your wisdom. .

  2. Whilst I truly like this post, I think there was an punctuational error close towards the end of the third sentence.

  3. Im getting a tiny issue. I cant get my reader to pickup your rss feed, Im using msn reader by the way.

  4. The look for the weblog is a little bit off in Epiphany. Even So I like your blog. I might have to install a normal browser just to enjoy it.

  5. Whenever I initially left a comment I clicked the Notify me whenever new comments are added checkbox and now each time a comment is added I get four email messages with the exact same comment.

  6. If you could email me with any pointers on how you made this blog look this awesome , I would be thankful!

  7. I had been curious about if you ever considered replacing the design of your website? It is well written; I love what you have got to state. But maybe you could include a little more in the way of written content so people could connect with it better. You have got an awful lot of text for only having one or two photographs. Maybe you can space it out better?

  8. Im getting a small issue. I cant get my reader to pickup your rss feed, Im using google reader by the way.

  9. Do youve a spam issue on this web site; I also am a blogger, and I was wondering your situation; we have created some great techniques and were searching to exchange solutions with other individuals, be certain to fire me an e-mail if serious.

  10. www www

    Have you considered including some social bookmarking links to these sites. At the very least for flickr.

  11. After I start your Feed it appears to be to be a lot of garbage, is the issue on my side?

  12. Hey There. I found your blog using msn. This is an extremely well written article. I’ll make sure to bookmark it and return to read more of Flavio Tranquillo – Benvenuto nel mio sito . Thanks for the post. I’ll certainly comeback.

  13. Hi there, I discovered your blog by way of Google while searching for a related subject, your web site came up, it looks good. I have bookmarked it in my google bookmarks.

  14. I believe that one of your ads caused my web browser to resize, you might well need to get that on your blacklist.

  15. Hey There. I found your blog using msn. This is an extremely well written article. I will be sure to bookmark it and return to read more of Flavio Tranquillo – Benvenuto nel mio sito . Thanks for the post. I’ll definitely comeback.

  16. Wow, superb blog layout! How long have you been blogging for? you make blogging look easy. The overall look of your web site is excellent, let alone the content!. Thanks For Your article about Flavio Tranquillo – Benvenuto nel mio sito .

  17. Wow, incredible blog layout! How long have you been blogging for? you make blogging look easy. The overall look of your website is fantastic, as well as the content!. Thanks For Your article about Flavio Tranquillo – Benvenuto nel mio sito .

  18. I Will have to return again when my course load lets up – nonetheless I am getting your Rss feed so i could read your site offline. Thanks.

  19. I believe one of your current advertisements initiated my web browser to resize, you may well need to get that on your blacklist.

  20. Wow, marvelous blog layout! How long have you been blogging for? you made blogging look easy. The overall look of your web site is great, as well as the content!. Thanks For Your article about Flavio Tranquillo – Benvenuto nel mio sito .

  21. Andrea Andrea

    Petrucci ha fatto chiaramente intendere che vorrebbe cambiare coach, via Recalcati.. ci vuole così tanto a capirlo, caro Meneghin?

  22. andrea i.v. andrea i.v.

    ah, beh…
    vedo che in tema di autocritica Petrucci va alla grande…

    more solito…

  23. Massimo Massimo

    Ricapitolando: Petrucci vorrebbe alla guida della nazionale di basket Tanjevic, che è sotto contratto con un club turco; e contemporaneamente se la prende con i coach italiani di volley che vanno ad allenare nazionale di altri Paesi. Complimenti per la coerenza……

    Fra l’altro questa intervista ha generato anche una risposta piuttosto piccata da parte della dirigenza della Mens Sana Siena.

Comments are closed.