Skip to content

Napoli, quando il silenzio assorda

Giro in rete e trovo questo resoconto della conferenza stampa di oggi a Napoli

Papalia questa volta non c’è, resta chiuso negli uffici del PalaBarbuto, sa che la sua credibilità è ai minimi storici. L’incontro con gli organi d’informazione è stato chiesto ed è gestito da Raffaele Manzi, il suo socio nonché amministratore delegato della società che a luglio ha trasferito il titolo da Rieti a Napoli.  È alla sua prima conferenza stampa, tanto da dire “scusate se sbaglierò qualcosa, ma sono un po’ emozionato”.  Poi comincia a raccontare la sua “verità”.  Capitolo Martos “Ho letto che Osvaldo Martorano (amministratore della Martos) ha dichiarato di voler uscire dal contratto. Per quel che mi riguarda, non ci sono mai stati problemi con lo sponsor. Osvaldo voleva la gestione finanziaria, con la pubblicità assegnata in esclusiva ad una sua società. Noi non abbiamo detto di no alla sua richiesta (arrivata dopo 20 giorni dall’inizio della collaborazione), ma se tu vuoi gestire la raccolta pubblicitaria che è l’unica fonte della società poi devi assumerti anche la responsabilità economica se non riesci a coprire le spese. Martorano invece voleva solo la gestione finanziaria e se dopo 2/3 mesi si fosse accorto che le cose non funzionavano, ci avrebbe restituito il timone, ma a quel punto noi cosa avremmo potuto fare? Per i pagamenti, Martos ha versato la prima rata al 30 settembre (100 mila euro) e un anticipo (circa 60 mila euro) ad ottobre della rata prevista per fine novembre. Da allora i pagamenti sono fermi e ora leggo che vogliono rescindere il contratto. Vedremo come andrà a finire, a noi mancano 340 mila euro (la sponsorizzazione triennale prevedeva 500 mila euro all’anno).” Manzi poi affronta la questione del contributo della Regione Campania. “Il 28 dicembre ero in Regione per incontrarmi con Guglielmo Allodi (capo della segreteria del Presidente della Regione), proprio mentre la Regione diffondeva il famoso comunicato stampa. Ero lì proprio per farmi pagare, perché quanto dichiarato da Allodi corrisponde alla verità, ossia che l’11 dicembre è stato firmato il decreto dirigenziale per l’anticipazione di 100 mila euro del contributo concesso. Solo che il decreto non è scontabile in banca (Unicredit ci ha detto che per la risposta ci voleva un mese e che molto probabilmente sarebbe stata negativa) a meno che non si diano garanzie personali. Per questo ero da Allodi, perché con il saldo della rata di Martos e l’anticipazione del contributo della Regione avremmo pagato la Giba, gli stipendi e l’F24 che poi ci è costato gli ulteriori 6 punti di penalizzazione”. “Per quanto riguarda gli sponsor” prosegue Manzi “ad oggi abbiamo ricevuto 6 mila euro da un gioielliere, 60 mila euro da biglietti e abbonamenti (una parte sarà restituita a chi ne farà richiesta) e 80 mila euro da Sky per i diritti televisivi. Con i 160 mila di Martos siamo a 306 mila euro, mentre le spese effettuate ad oggi (tutte certificate) ammontano a 658 mila. In sede abbiamo tutte le carte che dimostrano quanto sto dicendo, anzi io stesso ho voluto che tutti i bilanci e i libri sociali fossero a disposizione di chiunque volesse consultarli già 48 ore dopo il nostro trasferimento a Napoli. Nessuno degli sponsor contattati (MSC, Original Marines, Carpisa, etc.) ci ha mai chiesto di vederle, forse perché se lo facevano poi non avrebbero avuto più scuse per negarci il loro sostegno. Un grosso sponsor (MSC) ha detto che 2 anni fa era rimasto scottato dalla precedente esperienza del basket e che aveva bisogno di un po’ di tempo per affiancarci. Una società di autonoleggio ci ha negato l’aiuto perché aveva brutti ricordi con il basket. Oggi ci troviamo nella situazione che per finire la stagione servono 500/600 mila euro, di cui 200 sono coperti dal contributo della Regione.” Manzi finalmente poi parla del futuro. “Domani scenderemo in campo con gli under 19 e avremo sulle maglie lo sponsor Martos (nonostante la diffida della società di Martorano). Il roster sarà formato da Spippoli e Muurinen (che siederanno in panchina ma non giocheranno), 5 ragazzi delle giovanili di Rieti e i 3 ragazzi di Vivibasket (Aprea, Apuzzo e Domenicone). Contro Biella sarà l’ultima partita di Federico Pasquini, un allenatore che considero troppo bravo per allenare degli under 19. L’obiettivo è quello di finire il campionato e ricominciare dalla Lega A2, questa volta programmandola per tempo e convincendo istituzioni e sponsor della validità del nostro progetto.”


Non mi va di fare la critica puntuale di quanto avete appena letto. Il punto è semplice, ed è chiaro da fin troppo tempo. La società che ha iniziato la stagione a Napoli non ha più le condizioni minime per proseguire in un contesto di basket professionistico. L’analisi delle cause va fatta e non può partire (men che meno arrivare) dalle parole di cui sopra. Volendo si potrebbe partire da questa mini-rassegna di quello che ci è stato detto quest’estate e due giorni fa

”Non voglio entrare in faccende che sono di competenza della federazione, ma certo che avere Napoli in serie A sarebbe un vantaggio per il basket italiano”. Cosi’ il presidente del Coni Gianni Petrucci in merito al trasferimento a Napoli della societa’ laziale di cui si parla con insistenza in queste ore. ”Da parte mia – ha precisato Petrucci parlando a Napoli all’inaugurazione del comitato regionale – non posso che esprimere un auspicio, naturalmente fatti salvi tutti i diritti  di Rieti”. Sull’argomento si e’ espresso anche il governatore campano Antonio Bassolino che ha ricordato come proprio in queste ore si stia lavorando anche a livello istituzionale per una conclusione positiva della vicenda.


«Il ritorno del basket a Napoli è molto importante – dice Dino Meneghin, presidente della Fip – tenendo conto della passione dei tifosi e della tradizione partenopea. Abbiamo dato l’ ok ad una situazione nuova solo dopo aver sentito il parere positivo dei consiglieri e delle Leghe. Ora spero che Napoli abbia il basket in modo stabile e non solo per un anno».


Dopo la lettera aperta alla città, ora Gaetano Papalia rivela le strategie. La stagione della Martos che qualcuno pensava finisse qui, continuerà, anche se in maniera del tutto anomala per la serie A. In campo infatti già da domenica prossima contro Biella scenderà in campo una squadra juniores. Ieri all’allenamento con il coach Pasquini c’erano solo Muurinen e Spippoli, che hanno fatto atletica e tiro. I giovani Aprea, Domenicone e Apuzzo sono stati lasciati all’under 19 per poter svolgere un allenamento normale. Bonora si libererà per andare in Legadue o A dilettanti, Gabini è in direzione Jesi, Skele forse in Spagna. I tre americani non hanno avuto offerte concrete e sono fermi. A loro sarà proposta una transazione del contratto. Spippoli e Muurinen potrebbero anche restare ma solo per qualche gara, prima di trasferirsi altrove. L’allenatore sarà sempre Pasquini. Tutto il nuovo progetto di salvataggio sarà spiegato sabato. «Continuiamo così, con un profilo bassissimo – spiega Papalia -. L’intento è arrivare alla fine del campionato senza penalizzazioni ulteriori e per farlo dovremo essere in regola con gli adempimenti della Comtec». Dunque è già scattato un progetto di traghettamento del titolo verso la Legadue. Nella storia del basket nazionale non era mai capitato prima. «Un’ulteriore penalizzazione dal primo gennaio si trasferirebbe sul campionato successivo e io non vorrei cominciare con un altro handicap – continua il presidente -: pagare regolarmente i contributi sarà la regola base da qui a giugno. A livello economico devo avere 400mila euro dalla Martos e 200mila euro dalla Regione. Con qualche altro introito riusciamo a gestire fino a fine stagione. Alla Martos dico solo che ora partiranno i decreti ingiuntivi visto che non paga quanto concordato da contratto». Prima di vagliare l’operazione, Papalia si è consultato con il presidente della Lega, Valentino Renzi. «Ha dato il suo benestare. Gli abbonati che lo richiederanno saranno rimborsati. Già una parte si è presentata al Palabarbuto. Alla fine saranno 200 in tutto. Le partite d’ora in avanti saranno con ingresso libero». Ma Papalia resterà al suo posto? «Finchè non c’è nessuno pronto a prendere il mio posto, resto. Ho messo a disposizione un titolo di serie A che è stato fatto morire, ora metterò a disposizione della città un titolo di Legadue e spero che vada decisamente meglio. Se poi non lo vogliono, vuol dire che lo porterò altrove».

Ma errori macroscopici e non esattamente imprevedibili ci possono anche stare, li abbiamo fatti tutti. Con un po’ di sforzo in più facciamo anche finta che ci stia il gioco delle parti, anche se quando diventa così stucchevole bisognerebbe ricordare il Principe De Curtis di “ogni limite ha una pazienza”. Ma qui il problema non si risolve chiamando le cose (errori ed orrori istituzionali) con il loro nome. O puntando un dito contro il tal Presidente.

Si risolve oggi ponendo fine ad una situazione imbarazzante per tutti, in primis per quei tifosi napoletani che meritano il rispetto dovuto a chi ha visto la propria passione tradita già 2 volte in pochi anni. E domani, soprattutto, dando un senso a quel che senso non ha. Perchè ormai nessuno può far finta di non vedere, a meno che non voglia indossare il paraocchi e tapparsi le orecchie. Quindi il primo passo, obbligatorio ed indifferibile è fermare lo scempio, anche nel nome di ragazzi che di tutto hanno bisogno tranne che di essere mandati allo sbaraglio contro fior di professionisti (e viceversa). Subito, adesso, perchè il medico sarebbe impietoso se facesse diventare la piaga ancor purulenta

Ma questo è nulla più che un atto dovuto. Poi viene domani, il futuro. Il marcio di un sistema non si vede dalle sue patologie, specialmente se paradossali e avanzate come quella del caso-Napoli. Il sistema è marcio quando non riesce ad espellere quelle patologie in maniera fluida e veloce, quandoi si ostina come in questo caso a ignorarle palleggiandosi la responsabilità delle regali nudità in attesa di un bambino che non arriva

Il problema è tirare una riga precisa, far sì che partecipare ad un campionato professionistico significhi prendersi delle responsabilità precise. Creare un contesto economicamente sano, basato su semplici principi di controllo, continuo ed efficace, non sporadico e buono solo ad asciugare con qualche pannicello litri di latte già versato e di lacrime di coccodrillo. Ma non tanto o solo nell’interesse di astratti principi ideali (posto che quelli non fanno mai male). E ancora meno per rispettare delle regole fumose scritte magari decine di anni fa (e regolarmente violate quando si vuole).

No, molto semplicemente si tratta di porre le condizioni minime per lo sviluppo del basket in questo paese. Una cosa che mi interessa da appassionato e da operatore del settore, anzi viceversa. Per crescere un qualsiasi settore economico deve essere credibile nei confronti di clienti ed investitori. Questo carrozzone sempre più grigio ed autoreferenziale con una visione che non arriva neppure a metà del proprio naso non rende giustizia ad un Gioco stupendo, a tanti professionisti di ottimo livello ed a un esercito di fedeli che non aspetta che di ingrossarsi.

Ma persi in beghe da cortile, tutti noi vogliamo far finta di credere che l’imbarazzante dimensione dell’anomalia-Napoli sia qualcosa di lontano da tutti e tutto, un caso estremo. E invece è solo un campanello d’allarme che suona un po’ più forte di altri. Stiamolo a sentire almeno questa volta, per favore

Published inHomepage

42 Comments

  1. Excellent blog you have got here. You will find me looking at your stuff often. Saved!

  2. I have got 1 suggestion for your site. It appears like right now there are a couple of cascading stylesheet problems when launching a selection of web pages inside google chrome and safari. It is running fine in internet explorer. Perhaps you can double check this.

  3. Im getting a browser error, is anyone else?

  4. Mate. This blog site is amazing! How do you make it look this good ?

  5. Is it alright to place part of this on my personal blog if perhaps I post a reference point to this website?

  6. Wanted to drop a remark and let you know your Feed isnt functioning today. I tried including it to my Google reader account but got absolutely nothing.

  7. I believe one of your ads initiated my internet browser to resize, you might well need to get that on your blacklist.

  8. Good web site! I truly love how it is simple on my eyes and the data are well written. I’m wondering how I could be notified whenever a new post has been made. I have subscribed to your RSS which must do the trick! Have a great day!

  9. I believe that one of your ads initiated my internet browser to resize, you might well need to get that on your blacklist.

  10. I love your wp format, where did you get a hold of it?

  11. It seems to me that this web site doesnt load in a Motorola Droid. Are other people getting the same issue? I like this webpage and dont want to have to miss it when Im gone from my computer.

  12. Have you thought about adding some differing opinions to the article? I think it will really enhance everyones understanding.

  13. enjoyed the post I have a question I’d like some info on a good chiropractor because I need great one I wanted reviews or feedback on Superior Physical Medicine 2780 Tapo Canyon Road, Suite A3, Simi Valley, CA 93063 (805) 520-2929

  14. enjoyed the post I have a question I’m looking for an alternative medicine doctor because I need great one I wanted reviews or feedback on Superior Physical Medicine 2780 Tapo Canyon Road, Suite A3, Simi Valley, CA 93063 (805) 520-2929

  15. Have you considered including several social bookmarking links to these blogs. At least for facebook.

  16. This is a excellent site, would you be interested in doing an interview about just how you created it? If so e-mail myself!

  17. Hey there this is kind of of off topic but I was wondering if blogs use WYSIWYG editors or if you have to manually code with HTML. I’m starting a blog soon but have no coding know-how so I wanted to get guidance from someone with experience. Any help would be greatly appreciated!

  18. Have you given any kind of thought at all with translating your main web page in to French? I know a small number of translaters here that would help you do it for free if you wanna contact me personally.

  19. Great – I should certainly pronounce, impressed with your web site. I had no trouble navigating through all tabs and related info ended up being truly simple to do to access. I recently found what I hoped for before you know it at all. Quite unusual. Is likely to appreciate it for those who add forums or anything, web site theme . a tones way for your customer to communicate. Nice task..

  20. If you could message me with some hints & tips about how you made this blog look this good , I would be appreciative!

  21. This website has some extremely helpful information on it. Cheers for sharing it with me.

  22. The very next time I read a blog, Hopefully it won’t disappoint me just as much as this one. After all, I know it was my choice to read, but I genuinely thought you would probably have something interesting to talk about. All I hear is a bunch of complaining about something that you can fix if you were not too busy looking for attention.

  23. Good article! We are linking to this particularly great article on our website. Keep up the great writing.

  24. Good post. I learn something totally new and challenging on blogs I stumbleupon every day. It will always be exciting to read articles from other writers and use a little something from their websites.

  25. I was pretty pleased to discover this page. I wanted to thank you for your time due to this wonderful read!! I definitely appreciated every part of it and i also have you saved to fav to see new information in your website.

  26. I had been curious about if you ever thought of switching the design of your website? Its well written; I enjoy what youve got to state. But maybe you could add a little more in the way of written content so people can connect to it better. Youve got a great deal of wording for only having one or two photographs. Maybe you could space it out better?

  27. Way cool! Some extremely valid points! I appreciate you penning this write-up and the rest of the website is also really good.

  28. Wanted to drop a remark and let you know your Feed is not functioning today. I tried including it to my Bing reader account but got nothing.

  29. I experimented with taking a look at your website with my new iphone 4 and the format does not seem to be correct. Might wanna check it out on WAP as well as it seems most smartphone layouts are not working with your site.

  30. I’m truly enjoying the design and layout of your blog. It’s a very easy on the eyes which makes it much more enjoyable for me to come here and visit more often. Did you hire out a designer to create your theme? Fantastic work!

  31. I like the helpful info you provide in your articles. I’ll bookmark your blog and check again here frequently. I am quite certain I’ll learn many new stuff right here! Good luck for the next!

  32. You should take part in a contest for the most effective blogs on the web. I’ll advocate this web site!

  33. Luca Luca

    Trovo giustissimo soprattutto il titolo. Quanto sta accadendo a Napoli è molto grave non solo per la pallacanestro, ma per tutto lo sport professionistico italiano. infatti sono i meccanismi di fondo ad essere perversi, quando logiche politico-sportive o politiche e basta producono forzature che non si reggono in piedi. D’altra parte le istituzioni (federazioni e leghe varie) vengono mantenute deboli per favorire questi condizionamenti che vengono da più parti, ma da nessuna parte in modo specifico, così che quando le cose vanno male nessuno è responsabile e gli occupanti le varie poltrone restano al loro posto.
    Per avere regole sulle iscrizioni ai campionati precise e rispettate da tutti serve una federazione molto forte guidate da persone capaci e autonome. E soprattutto serve che chi sbaglia o non è all’altezza del proprio incarico paghi in prima persona. Invece l’impressione è che anche in questo caso tutto il conto sarà gentilmente girato a Pantalone (“e io pago” ricitando il principe).

  34. Deborah Deborah

    Ciao Flavio,

    non si è capito soprattutto il perchè si è lasciata cominciare questa farsa, è da 2 anni che a Rieti facevano fatica a finire la stagione con giocatori che andavano e venivano, non credo fosse così inimmaginabile una situazione del genere, Cosa sarebbe successo se Napoli avesse vinto con Varese e si fosse ripresentata 2 settimane più tardi con gli U19 contro Biella? Per me altro che finire il girone di andata, fuori subito che almeno si smette di far fare ad altre società trasferte a Napoli inutili.

  35. Enrico Enrico

    Ciao Flavio,
    dopo questa assurda vicenda, cmq le premesse c’erano già dall’estate, perchè non apri anche il capitolo scandaloso che gli uffici del CONI in periodo di festività sono chiusi mentre la giornata di campionato si gioca? Perchè cantù deve essere penalizzata dal CONI? Beh che dire questo è il nostro sistema e purtroppo è un vero schifo.

    Enrico

  36. Gianfranco Gianfranco

    Pensare di fare sport professionistico con contributi di enti o di terzi mi sembra veramente un’offesa alla nostra intelligenza. Per cui tutte le giustificazioni fornite dalla società sono prive di alcun fondamento.
    Non posso pensare che venga consentito ulteriormente lo scempio di una squadra di ragazzini mandati allo sbaraglio. La federazione deve intervenire e subito.

  37. dario dario

    Caro Flavio, alla luce di tutto quello che è successo, cosa si deve pensare della gestione della lega e della federazione? Voglio dire, quando Napoli morì la prima volta due anni fa, venne fatta sparire d’ufficio Capo d’Orlando dove c’era comunque un movimento in salute. Con la situazione di Rieti, già allora conosciuta, venne deciso di far fuori la cittadina più piccola e più sperduta, ma che l’anno prima aveva portato in giro per l’Italia una squadra divertente, che era arrivata ai play-off , e Gianmarco Pozzecco.

  38. Savio Savio

    Una sola parola: deprimente. Se penso a ciò che hanno creato in Spagna mi viene un magone dinanzi a questa situazione indecorosa. Vergogna!!!!

  39. Filippo Tellini Filippo Tellini

    ottimo Flavio, come sempre… una domanda: quale potrà essere secondo te lo stato d’animo di quei ragazzi dell’U19 che andranno d’ora in avanti (se la società ce la farà ovviamente) a giocare la Serie A, sapendo di prendere 50 e più punti di scarto?
    contenti di poter vivere un’esperienza forse irripetibile (giocare contro la Siena di McIntyre e Sato, Milano, Roma, Treviso…), oppure vedranno la cosa come un peso incredibile, dato appunto il risultato scontato, che ti butterà il morale sotto i piedi e ancor più giù…?
    e immagino che avranno anche da portare in fondo il proprio campionato a Rieti, mentre quando giocheranno in casa in Serie A saranno a Napoli… e il tutto ovviamente senza prendere una lira… immagino…
    grazie.

  40. vincenzo vincenzo

    ci vorrebbe1avviso tipo:nn vi preoccupate bambini,papalia e manzi sn sotto controllo(carcere,pena capitale,estradizione..qst sceglietelo voi)nn vi potranno+fare del male! ma skerziamo? manzi ha ancora il coraggio di dire ke se tt avessero anticipato i soldi(la regione campania sta messa di merda tra camorra,rifiuti e politici-ladri e si dovrebbe interessare della pallacanestro?) forse napoli sarebbe ancora in piedi? si,ma x qnt tempo? papalia ke difende ancora le sue scelte e mette in palio(km si fa nel wrestling)1titolo? ma skerziamo sul serio? in confronto sacrati è1galantuomo(e lo dico da fortitudino ke segue la F in b…)!fermateli,in qls modo ma fermateli prima ke il campionato-farsa(siena ke vince rubando o ruba vincendo,tanto è uguale,la prima inseguitrice nn è roma,milano o bologna ma caserta e l’assenza fortitudo ke equivale al lutto nazionale!)diventi1campionato-barzelletta

Comments are closed.