Skip to content

Milano e il tiro da 3 (Video)

 

8 su 30 contro il Real Madrid, e sconfitta. 3 su 17 contro il Partizan, e sconfitta. 2 su 18 contro l’Anadolu Efes e sconfitta. Segnando 65, 65 e 54 punti. Se uno non ha voglia di chiamare il capo di Watson e si ferma alle cose elementari, non ha bisogno di cercare lontano dal tiro da 3 il colpevole delle disfatte interne milanesi. Che mettono obiettivamente l’Olimpia in versione Eurolega con le spalle al muro (anche se la grassona sta ancora facendo andare l’ugola). D’altronde, se ci fermiamo a quella che il grande Frengo chiamava “la fredda cronaca”, solo due squadre fanno peggio dei biancorossi in questa specialità.

 

TIRO DA 3

1

Panathinaikos

44.3 %

2

CSKA Moscow

42.8 %

3

Unics

41.4 %

4

SLUC Nancy

41.0 %

5

Montepaschi Siena

40.8 %

6

Real Madrid

39.1 %

7

FC Barcelona Regal

37.7 %

8

Belgacom Spirou

36.4 %

9

Gescrap BB

36.2 %

10

Asseco Prokom

35.9 %

11

GS Medical Park

34.6 %

12

Bennet Cantu

34.6 %

13

Caja Laboral

34.1 %

14

KK Zagreb

33.5 %

15

Olympiacos

33.1 %

16

Zalgiris Kaunas

33.1 %

17

Fenerbahce Ulker

33.0 %

18

Anadolu Efes

31.5 %

19

Brose Baskets

31.0 %

20

Unicaja

30.1 %

21

Maccabi Electra

29.9 %

22

EA7 Emporio Armani

28.7 %

23

Partizan mt:s

26.9 %

24

Union Olimpija

23.8 %

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Già il fatto però che una delle due sia il Partizan, che sopravanza al momento in classifica gli uomini di Scariolo, induce a ragionare un po’. Il Maccabi è sotto il 30 % eppure è in salute. La Bennet, che pound per pound sta entusiasmando, è a metà classifica. Nancy e Charleroi stanno in alto ma non necessariamente giocheranno la Top 16. Allora, a livello puramente empirico, si può concludere che per quanto importante questo tiro da 3 non è poi tutto.

 

E sempre a livello empirico, se l’Olimpia viaggia con 20 su 89 in casa (un ricco e sugoso 22,4 %) e con 27 su 75 fuori (un ben più decoroso 36 %), probabile che ci sia un fattore emotivo/psicologico/nervoso di cui tener conto. Last but not least, se a tirare così è una squadra con dei Nicholas, Fotsis, Gallinari in ordine sparso, non è certo la mancanza di specialisti alla radice del problema. Prima di provare a fare un passo avanti, vale la pena di prendere in esame una statistica di tiro più interessante, ovverosia quella della percentuale “reale”. In questi numeri, che riconoscono al canestro da tre segnato il valore maggiore rispetto alla analoga realizzazione da due, ritroviamo chi fa il miglior lavoro a livello di produzione punti con i tiri dal campo.

 

% “REALE”
1 Bizkaia Bilbao Basket 58.3%
2 CSKA 57.9%
3 Regal FC Barcelona 57.6%
4 Real Madrid 57.3%
5 Montepaschi 55.9%
6 Panathinaikos 55.3%
7 Nancy 54.9%
8 Galatasaray Cafe Crown 53.1%
9 Maccabi Electra 52.4%
10 UNICS Kazan 51.6%
11 Caja Laboral 51.6%
12 Fenerbahce Ulker 51.1%
13 Bennet 50.7%
14 Olympiacos 50.7%
15 Spirou Basket Charleroi 50.5%
16 Brose Baskets 49.9%
17 Zalgiris Kaunas 49.4%
18 EA7-Emporio Armani 48.6%
19 Asseco Prokom 48.3%
20 Partizan 47.9%
21 Unicaja Malaga 47.6%
22 Anadolu Efes 46.9%
23 KK Zagreb 46.6%
24 Union Olimpija Lubiana 43.1%

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Anche qui non mancano le curiosità, a partire dal numero 1 di Bilbao. Però ci si fa un’idea migliore dell’equilibrio delle squadre. Salvo giungere alla conclusione che il tiro è solo e soltanto un aspetto di questo meraviglioso Gioco, che si sviluppa in due metà campo di pari dignità e dipende da un numero di fattori che vanno molto al di là delle semplificazioni.

Detto questo, l’idea di andare a rivedere i 22 errori dalla grande distanza contro il Real Madrid mi è venuta sentendo Sergio Scariolo dire:

 

“Dobbiamo fare i complimenti al Real che, nonostante abbia fatto fatica contro la nostra difesa, ha avuto più tranquillità di noi. Da parte nostro lo sforzo è stato evidente, così come è stata evidente la mancanza di tranquillità ed i problemi al tiro, risentiti anche ai liberi. Abbiamo fallito tiri ad alta percentuale, ci sono mancati quei 10/12 punti che ci sarebbero serviti per vincere“.

 

 

Nel vedere la gara dal vivo, l’impressione era sì stata quella di una clamorosa tensione, ma anche (Veltroni docet) di problemi strutturali. Dopo una sommaria analisi video, rimango della stessa idea ma rivaluto le parole dell’allenatore milanese. Nel video che trovate linkato a fondo pagina ho raccolto qualche azione identica a giocate di Panathinaikos (numeri 1 della specialità) e Bennet (trionfatrice a suon di triple contro il Caja Laboral). Ed effettivamente qualche tiro che va dentro là e fuori qua senza alcun’altra spiegazione razionale c’è (all’inizio del video, sotto “errori di tiro”).

 

Il che non toglie che ci siano anche problemi nella costruzione di questi tiri, e grossi. Citando alla rinfusa: la palla cambia poco lato, ormai giocano tutti lontano da Cook e passano dietro al blocco. L’uso dei palleggi (soprattutto Nicholas) è smodato e non sempre (eufemsimo) strumentale alla ricerca del miglior tiro. Mancinelli (23 % scarso in Eurolega con la maglia di Milano in 2 stagioni e mezzo) viene invitato dalle difese a tirare piedi per terra, il che a tratti vanifica tutte le altre belle cose che fa in attacco. Il tutto per tacere degli accidenti, come la situazione psicologica di Gallinari e quella fisica di Hairston.

 

Ancora: l’assenza di un vero roller che non si chiami Rocca (in difficoltà però da altri punti di vista) leva profondità ai giochi di screen/roll. Bouroussis non ha questo tipo di fondamentale davvero in faretra e non aggredisce il canestro dopo il blocco, rendendo la vita dolce alle difese avversarie che possono proteggere la linea dei tre punti senza troppe difficoltà. Da questo punto di vista, impossibile non ricordare che la rinuncia a Ben Eze, scelta naturalmente legittima, si fa sentire.

 

Detto questo, la seconda parte del video prova a giustapporre alcuni tiri milanesi ed alcuni tiri canturini di giovedì. L’impressione è che ci siano delle impercettibili differenze a livello di convinzione, di decisione, di piccoli automatismi. Da fuori, può benissimo capitare di prendere lucciole per lanterne, ma a me pare così. Più che di assenza di tranquillità parlerei di assenza di decisione, ma siamo alle sfumature. Io colgo un attimo, fuggente, in cui la palla si ferma ed il tiratore milanese ci pensa, mentre quello canturino spara (specie in arresto e tiro). D’altronde, con tutti i discorsi tecnici del mondo, e sono importanti, se Danilo Gallinari sbaglia 22 triple su 30 (esattamente come la squadra contro il Real) c’è qualcosa a livello mentale che non funge, e non riguarda un solo giocatore.

 

Possibile chiave di lettura: per capire la differenza con la gragnuola di Mazzarino e Basile, sommate la metà della pressione percepita dalla Bennet al doppio della consuetudine reciproca tra gli uomini di Trinchieri. Tra 2-3 mesi però, il gap di conoscenza tra i giocatori dell’EA7 sarà sceso, con benefici effetti anche sulle percentuali. E paradossalmente, trovarsi quasi fuori dall’Eurolega potrebbe spingere Milano ad un filotto finale, contando magari sulla partenza di Pekovic e su un Anadolu Efes che finora non ha esattamente entusiasmato.

 

Magari non succederà, ma non è impossibile. Non sarebbe la prima volta che toccato il fondo si risale, è questione di giocare con rabbia positiva e non con ansia negativa. Ed a livello di roster, quello di Milano rimane da Final 4, non solo da Top 16. Ma, purtroppo o per fortuna che sia, questo Gioco è bizzarramente coerente, oltre che complesso. E a volte bisogna avere pazienza.

 

 

PS: queste analisi non hanno alcuna pretesa di essere infallibili e, meno che mai, complete. Proprio perché cercano di interpretare un fenomeno così complesso e con così tante concause. Non si tratta di stabilire se è davvero così o meno, ma di ragionare di quello che amiamo. Ognuno con le sue interpretazioni e le sue idee/opinioni. Io ci metto umilmente le mie, ma continuo ad interrogarmi sapendo di non sapere. Con buona pace di quelli che mi danno del democristiano (temo in senso non positivo). Massimalista mai, “opinionated” però sì, se mi spiego. Peace and love.

 

VIDEO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Published inHomepage

29 Comments

  1. I’ve said that least 578964 times. SCK was here

  2. An thrilling language may be valued at account. I conceive that you should correspond more for this theme, it strength not be a taboo a person but mostly people are not sufficiency to be able to communicate upon such subjects. To the following. Cheers just like your Khmer Karaoke Megastars » Somnangblogs.

  3. go go

    Do you have a spam concern on this site; I also am a blogger, and I was wondering your situation; weve created some nice methods and were looking to exchange options with other people, be positive to fire me an e-mail if interested.

  4. You need to really moderate the commentary on this site

  5. I had been wondering if you ever considered changing the layout of your web site? Its very well written; I really like what you have got to say. But maybe you could include a a bit more in the way of written content so people could connect with it better. Youve got a great deal of wording for only having one or two images. Maybe you could space it out better?

  6. Hey There. I found your blog using msn. This is a really well written article. I’ll make sure to bookmark it and come back to read more of Flavio Tranquillo – Benvenuto nel mio sito . Thanks for the post. I will certainly return.

  7. This blog site has got a lot of very useful stuff on it! Thank you for helping me.

  8. If you dont mind, where do you host your site? I am hunting for a good host and your weblog seams to be fast and up just about all the time

  9. Mate. This blog site is sick! How can I make it look like this ?

  10. I Am Going To have to come back again when my course load lets up – nevertheless I am taking your Feed so i can read your internet site offline. Cheers.

  11. really useful material, in general I picture this is worthy of a bookmark, many thanks

  12. I have got 1 idea for your webpage. It appears like there are a few cascading stylesheet issues while opening a selection of webpages within google chrome and opera. It is running alright in internet explorer. Possibly you can double check that.

  13. www www

    This blog is really good. How can I make one like this !

  14. Could you email me with any tips on how you made this blog look like this, I would appreciate it.

  15. Hey There. I found your blog using msn. This is a very well written article. I’ll make sure to bookmark it and come back to read more of Flavio Tranquillo – Benvenuto nel mio sito . Thanks for the post. I’ll definitely comeback.

  16. I simply had to appreciate you all over again. I am not sure what I would’ve done in the absence of these concepts contributed by you over this problem. It was actually a troublesome problem in my view, nevertheless taking a look at the expert approach you processed it forced me to weep for happiness. I’m happy for the guidance and in addition pray you find out what a powerful job your are providing educating many others thru your web page. Probably you have never met all of us.

  17. Wow, incredible blog layout! How long have you been blogging for? you made blogging look easy. The overall look of your site is fantastic, as well as the content!. Thanks For Your article about Flavio Tranquillo – Benvenuto nel mio sito .

  18. Wow, incredible blog layout! How long have you been blogging for? you make blogging look easy. The overall look of your web site is magnificent, as well as the content!. Thanks For Your article about Flavio Tranquillo – Benvenuto nel mio sito .

  19. I am curious to find out what blog platform you have been using? I’m experiencing some minor security issues with my latest site and I would like to find something more secure. Do you have any solutions?

  20. Wow, superb blog layout! How long have you been blogging for? you make blogging look easy. The overall look of your site is excellent, as well as the content!. Thanks For Your article about Flavio Tranquillo – Benvenuto nel mio sito .

  21. Brilliant, thank you, I will visit again soon.

  22. So as to concern may possibly attain every one of punish excluding few.

  23. Chris Chris

    Appunto, secondo me dovrebbe giocare di più; era per dire che un bravo roller in squadra ci sarebbe, il limite credo sia tutto di Scariolo nel non farlo giocare.
    Vero, c’è anche il resto, ma comunque non vedo come possa stare in rotazione dietro a Rocca (bravo, ma gioca troppo, esempio pratico gli ultimi due minuti contro il Real); e qualcosina de “il resto” Radosevic lo avrebbe in faretra, solo che appunto sembra regredito rispetto a quando era al Cibona: esemplare il fatto che oggi non guardi neanche il canestro se riceve dietro la linea del tiro libero.
    Difensivamente poi secondo me c’è poco da dirgli, gli manca un po’ di massa e di esperienza, ma già sul P&R è il miglior lungo a roster.

  24. Chris Chris

    Non concordo sull’assenza di un roller, uno che attacchi il canestro dopo il blocco: ci sarebbe Radosevic ma Scariolo lo vede sempre meno, dimostrando di non saperlo utilizzare e arrivando nella sua miopia a preferirgli Rocca.
    E il croato sembra essersi accorto di non avere la fiducia dello staff, offensivamente è addirittura regredito rispetto all’anno scorso.

    • Sono d’accordo, ma se non gioca è difficile rollare dalla panchina … E comunque, rollare OK, ma c’è anche il resto

  25. nerio nerio

    Nell’analisi mi pare manchi una componente, la motivazione ,che a Milano scarseggia.

Comments are closed.