Skip to content

Marion ai Mavs, giro a 4

The Dallas Mavericks continued to revamp their team Wednesday evening, formally acquiring forward Shawn Marion from the Toronto Raptors in a multi-team deal that was still working toward finalization Thursday morning. As first reported on NBA-TV’s “Game Time,” Marion agreed to a five-year deal that will pay him $40 million, which was possible only with the help of the Memphis Grizzlies’ taking on the contract of Dallas guard Jerry Stackhouse.

But the deal became even bigger early Thursday morning, with changes made to the deal late Wednesday night that could allow Toronto not only to acquire forward Hedo Turkoglu, but keep one or two of the players the Raptors were expected to renounce in order to get the 30-year-old forward from Orlando.

The key to the deal working was Memphis agreeing to take Stackhouse’s $7 million contract, which Grizzlies owner Michael Heisley decided to do on Wednesday after Toronto and Dallas could not convince other teams with cap room, such as Oklahoma City, to get involved in a potential trade.

“We’ve agreed, from our point of view, what we would do with Dallas,” Heisley said by telephone Wednesday evening. “Now it’s up to Toronto and Dallas….”

But the Raptors and Mavericks expanded the deal to give Toronto more flexibility.

The final version of the deal, which was being worked out Thursday morning and was subject to league approval, would be a double sign-and-trade deal, with the Orlando Magic agreeing to sign Turkoglu to a contract and then trade him to Toronto, with the Raptors doing the same with Marion, then dealing him to Dallas. Stackhouse’s $7 million contract would be sent to Memphis, with the Grizzlies planning to waive him because only $2 million of that contract is guaranteed for next season. Memphis would also get guard Quincy Douby from Toronto.

The Grizzlies would only send forward Greg Buckner to Dallas for Stackhouse. That would create a trade exception that the Mavericks would use to absorb Marion’s new contract. That’s the only way Dallas could give Marion the deal he was seeking, because the Mavericks have already committed their full mid-level exception, for five years and more than $33 million, to Magic free agent forward Marcin Gortat in an offer sheet. (That is a separate deal that should not impact the Marion-Turkoglu trade. Orlando is not expected to match the offer for Gortat, but Orlando was not expected to agree to a sign and trade for Turkoglu; general manager Otis Smith had insisted just days ago that he would not participate in such an arrangement.)

Reserve forward Kris Humprhies would go from Toronto to Dallas along with Marion. The Mavericks would then send guard Antoine Wright to Toronto. The Raptors would receive veteran forward Devean George and guard Antoine Wright from Dallas, along with Turkoglu from Orlando. Wright ($1.8 million next season) and George ($1.6 million) are both in the final years of their respective deals, but are expected to be kept by Toronto.

Initially, Toronto could not take on additional contracts, because doing so would eat into the cap room the team had set aside to give Turkoglu his five-year, $53 million deal. But because Turkoglu is now technically coming in a trade instead of a free agent signing, the Raptors now can maintain their “Larry Bird” rights to two of their key free agents, guards Carlos Delfino and Anthony Parker, instead of having to renounce their rightst to them, along with maintaining their own mid-level exception.

A source said Thursday morning that the chances of Delfino now staying with the Raptors were “fair to good.”

The Raptors were hopeful Thursday that they can re-sign either Delfino or Parker, and perhaps even both, although the Cleveland Plain Dealer reported Thursday that Parker had committed to a deal with the Cavaliers. Toronto could then use the mid-level to sign another free agent, such as Denver forward Linas Kleiza or Indiana guard Jarrett Jack, though it would appear difficult to sign another guard if they keep Delfino or Parker, along with Wright.

If Toronto could keep Delfino or Parker, it would be a boon, and help the Raptors immensely in their efforts to keep All-Star forward Chris Bosh, who can become an unrestricted free agent next summer. Adding Turkoglu, along with first-round pick DeMar DeRozan, and holding on to most of the team’s existing depth would honor the promise of adding more talent around Bosh, who was on his own many times last season while then-Raptors center Jermaine O’Neal was injured or ineffective.

The Mavericks would add a significant piece in Marion, who would allow Dallas to play small or big depending on the opponent. Marion, along with forwards Dirk Nowitzki and Josh Howard, would form a potentially dynamic trio. With re-signing guard Jason Kidd earlier this week, and the signing of free agent defensive stopper Quinton Ross, the Mavericks would be more competitive in the Western Conference.

Orlando would receive a large trade exception for agreeing to do a sign-and-trade with Turkoglu instead of letting him walk. And the Grizzlies would get enough money to cover Stackhouse’s $2 million guarantee that it might actually be a profitable deal for them.

The Thunder had little interest in taking on salary, even for a year, for a player that they knew wouldn’t be part of their future plans. Oklahoma City’s priority is to keep its cap room, either to hold until the trade deadline next February or to use it in future years to re-sign their own young stars — Kevin Durant, Jeff Green and Russell Westbrook.

Published inHomepageNba

16 Comments

  1. Hello There. I found your blog using msn. This is an extremely well written article. I will be sure to bookmark it and come back to read more of Flavio Tranquillo – Benvenuto nel mio sito . Thanks for the post. I’ll certainly comeback.

  2. Hey There. I found your blog using msn. This is a very well written article. I will be sure to bookmark it and return to read more of Flavio Tranquillo – Benvenuto nel mio sito . Thanks for the post. I will certainly return.

  3. Wow, superb blog layout! How long have you been blogging for? you make blogging look easy. The overall look of your web site is wonderful, as well as the content!. Thanks For Your article about Flavio Tranquillo – Benvenuto nel mio sito .

  4. Wow, fantastic blog layout! How long have you been blogging for? you make blogging look easy. The overall look of your site is magnificent, as well as the content!. Thanks For Your article about Flavio Tranquillo – Benvenuto nel mio sito .

  5. Federico Federico

    Condivido l’idea di Lorenzo. Boston, Cleveland, Dallas e altre puntano a vincere nell’immediato futuro senza reinvestire molto sui giovani. Ci aggiungo anche i Lakers, che con Artest al posto di Ariza puntano al titolo nelle prossime due stagioni (prima della temuta scadenza contrattuale di Bryant). Inoltre Artest (anche se sregolato, ma con la coppia Jackson-Mamba questo non sarà un problema) potrebbe togliere qualche impaccio in un attacco abbastanza monocefalo come quello di LA. In attesa di Odom. Perderlo sarebbe rischioso.
    Cleveland continua a rafforzarsi sfruttando lo spazio salariale fino all’ultimo centesimo: è prossimo l’ingaggio di Jamario Moon.
    Boozer tra Chicago e Miami (che segue anche Odom, e molto insistentemente). Nel primo caso tornerebbe d’attualità uno scambio con Hinrich (che sarebbe una gran mossa per Utah, a parer mio non per Chicago che ha già perso Gordon in quel ruolo), nel secondo indiziati per lo scambio il sempre sospetto Jermaine (che Sloan non tollererebbe nel suo sistema, ma non si sa mai), o un pacchetto di giocatori abbastanza inutili.
    Boston mette gli occhi su Marquis Daniels, e sarebbe un rinforzino davvero niente male per il sistema difensivo dei Celtics.
    Pronto il rinnovo per Nash.
    Toronto fa la sua, offrendo un contratto di 20 milioni (!) per 4 anni a Jarrett Jack che Indiana non pareggerà mai. Colangelo…ma che ti passa per la testa? Buon play, per carità, ma tutti quei soldi li vale?
    Un’ultima parola sui Memphis Grizzlies. Attenzione, se non si mettono a fare regali come quello del Gasol maggiore, entro poche stagioni sono pronti a far faville. Intanto danno via un residuo di trade come Quentin Richardson per prendersi Zack Randolph, non il miglior giocatore per far ripartire una franchigia, ma uno che ti garantisce un bel salto di qualità.

  6. Lorenzo Lorenzo

    Per ora è prematuro fare previsioni ma così ad occhio direi che alcune franchige pianificano, anche se in modo discutibile, ill proprio futuro e rompono col passato (riferito ovviamente ai Pistons che in pochi mesi perdono Billups, Sheed e McDyess), altre al contrario sfruttano la base di veterani e aggiungendone altri puntano a vincere un altro anello con il ruggito dei vecchi leoni, non pensando ad un domani, neanche poi tanto prossimo, quando i propri campioni saranno sul punto di appendere le proverbiali scarpette al chiodo (citofonare Spurs e Celtic). Buone le prese dei Cavs, LAL perde il disciplinato e duttile Ariza e trova Artest: è una scommessa e in quanto tale contiene un discreta dose di rischio, cioè che Ron Ron faccia saltare un qualche meccanismo offensivo, cmq staremo a vedere anche perchè il maestro Zen sembra aver il controllo della situazione. Dallas da molti anni a questa parte è sempre più Penolope, fa e disfà, dando l’impessione di aver un progetto tecnico-organizzativo un po’ confuso. Anche i Magic hanno stravolto un intero sistema, spero solo che Lewis venga lasciato giocare da 4, perchè la partenza di Hedo e l’arrivo di Bass potrebbero far pensare a Lewis da 3. Raptors virano sempre più decisamente verso un sistema FIBA, ma anche di qua dall’Oceano per vincere ci vuole chi fa a sportellate e questo secondo me Toronto non ce l’ha.

  7. Federico Federico

    Scusami se è poco essere il sostituto di Howard per 15/20 minuti (considerare problema falli) di qualità! Inoltre Gortat in certe situazioni di gioco lo preferisco a Howard, per esempio in pick & roll, difesa in post basso e aiuto sul lato debole (che non sarà mai esplosivo come quello di Superman, ma credo più puntuale). I 34 milioni non sono una follia. In giro di pivot ce ne sono pochi, di pivot forti e affidabili pochissimi. Considerato questo, direi che nel passato rcente abbiamo visto regalare contratti a pivot molto più scandalosi (sia i contratti che i pivot), come a Dalembert, Dampier, Jermaine O’Neill, Yao Ming (che tutti quei soldi secondo me non li vale) e così via.
    Odom a parer mio è il 4 più forte in NBA assieme a Duncan e Garnett, sicuramente il 4 più forte della stagione scorsa. Comunque non è il giocatore che servirebbe a Dallas. Se vogliono continuare a puntare su Nowitzki (ma perchè non l’hanno scambiato con Stoudemire l’anno scorso??) dovrebbero affiancargli non un lungo abile nel tiro, ma un centro difensivo solido e intelligente che copra tutte le falle che lascia il tedesco e gli crei spazio in attacco. Dampier per questo ruolo è troppo vecchio (e forse anche troppo scarso), Odom secondo me è troppo piccolo e troppo inconstante. Gortat sarebbe stato perfetto in una staffetta con Dampier.
    Tornando sul polacco, credo che la scelta sia stata dettata anche dal fatto che tutte le grandi a est si sono rinforzate sotto canestro. Credo non si sia mai vista nella storia dell’NBA una lotta a est con Perkins, Garnett, Wallace e Powe da una parte, O’Neal, Varejao, Ilgauskas da un’altra e Howard, Lewis, Gortat, Bass dall’altra ancora. Anche questo spiega perché Toronto non potrà essere squadra di vertice a est nemmeno quest’anno, nonostante l’aggiunta di Turkoglu che ti cambia totalmente il panorama.
    Intanto Phoenix si aggiudica Channing Frye e rinnova Grant Hill. Discreta la prima mossa, che garantisce un enigmatico ma talentuoso 4 offensivo dalla panchina. Eccellente la seconda (reputo Hill una delle più grandi menti in NBA. E poi l’anno scorso ha dimostrato di reggere ancora fisicamente).

  8. Fortitudino Fortitudino

    Ma Harangody che fine ha fatto ???

  9. Fortitudino Fortitudino

    Magari avrei potuto capire se avessero preso Troy Murphy, tanto per citarne 1, cioè un 4/5 forte a rimbalzo e ottimo al tiro, da affiancare a Nowitzki, come gli spurs con Elson e Duncan o quest’anno con Mcdyess accanto a Timoteo, ma la scelta di Marion e anche la conferma di un 36enne, che è uno dei + grandi d sempre, ma è comunque un 36enne proprio nn le capisco.

  10. Nick Nick

    34 milioni di dollari a Gortat.. offerta pareggiata dai Magic. Qualcuno riesce a spiegarmi questo? Stiamo parlando del backup di Howard. Stiamo parlando di massimo 12 minuti di qualità in regular season e meno di 10 nei PO. Aiutatemi a capire.

    Quanto a Dallas… sta venendo su una squadra senza ne capo ne coda. E ora magari prendono pure Odom? bella addizione per carità, ma non in questa squadra… Cuban vorrebbe tutto e subito ma cosi non va assolutamente.

  11. Federico Federico

    Come previsto, Anthony Parker ai Cavaliers. Direi che con i tre colpi messi a segno (rinnovo di Varejao, O’Neal e Parker) Cleveland sia messa piuttosto bene per la prossima stagione.
    Atlanta ha rinnovato Bibby e Pachulia (non conosco le cifre, ma il georgiano percepirà senz’altro qualcosa di più, il play qualcosa di meno), Chicago si è assicurata Jannero Pargo (un decoroso vice-Rose), Afflalo a Denver, McDyess a San Antonio (e qui la cosa comincia a prendere forma) e gran colpo di Orlando, che dopo un paio di mosse poco convincenti (l’addio di Turkoglu era già preventivato, ma la cessione di Lee è sanguinosa) si assicura Brandon Bass.
    A parer mio Dallas perde un’ala grande di enorme spessore e nel fiore della propria forma a favore di un 3/4 ai suoi minimi storici (Marion). Per rispondere a Fortitudino, tutte le mosse di mercato (acquisto di Marion, cessione di Bass), conducono alla conclusione che Carlisle voglia far giocare Nowitzki da centro, con Marion al suo fianco. La scelta è tecnicamente incommentabile. Dallas l’anno scorso ha sofferto molto sotto canestro. Dampier è un buon centro difensivo, ma ormai molto appannato dall’età e dall’usura, e Nowitzki difensivamente è una barzelletta. Poco spazio a Bass (uno su cui Cuban doveva assolutamente puntare), ed ecco un’altra annata storta. I problemi non finiscono qui, ma da qui partono. Bass garantiva un comparto lunghi mediamente più giovane e più attivo (e in attacco non era affatto da buttare). Messi così non so bene cosa intendano fare. L’idea potrebbe essere quella di un quintetto atletico. Ma con Kidd e Nowitzki che atletismo si pretende?
    Per correre ai ripari Cuban sta trattando con Gortat, che ovviamente Orlando non vuole perdere. Sarebbe una mossa sensata (una delle poche) da parte della dirigenza texana.
    Intanto a Memphis e Miami si è aggiunta Los Angeles (sponda Clippers naturalmente) nella contesa a Iverson. Anche a 5/6 milioni l’anno (mi pare sia questa la richiesta), io a occhio lo lascerei dov’è (Memphis deve puntare sui giovani, e ne ha 3 o 4 futuribilmente fenomenali; Miami a esterni è a posto; i Clippers di certo per cambiare rotta non devono ripartire da Iverson!)

  12. edlp edlp

    Potrebbe giocare da 3 Marion…certo tutto e’ possibile.vedremo…p.s. Pare che i mavs abbiamo perso anche Gortat,che dovrebbe rimanere in Florida..

  13. Fortitudino Fortitudino

    marion??? ma se hanno già dirk in quel ruolo…. forse metteranno il tedesco a fare il pivot… boh a me nn convince

  14. Federico Federico

    Sinceramente non so perché Cuban continui a collezionare giocatori finiti e non provi a rifondare totalmente la squadra (vedi anche il rinnovo a Kidd). Forse l’ingaggio di Marion rientra in un progetto per liberarsi di Howard, finito per finito… Cmq c’è da rifondare tutto. Non puoi continuare a spendere per circondare il tuo giocatore di riferimento (Nowitzki) di comprimari di lusso, se questo non riesce più a farti vincere. Con tutta la stima che ho per il tedesco, ai Mavs c’è da cambiare strategia, e del tutto.
    Per quanto riguarda i Raptors, Turkoglu è un affare d’oro, perfetto per quel sistema e per i due-tre giocatori decenti che ha Toronto. Fossi in Colangelo mi libererei di Bosh e prenderei una guardia difensiva-tiratrice (Parker era perfetto, ma se andasse via si dovrebbe cercare altrove) e, soprattutto, un pivot di peso, solido e difensivo, ruolo molto mancato ai Raptors negli ultimi anni. Lo scambio ideale sarebbe Bosh per Majo e Marc Gasol, oppure per Willie Green e Dalembert, oppure per Okafor e Bell.
    Inoltre sono convinto che per puntare alle prime posizioni a est Bargnani non sia un uomo su cui scommettere, almeno non ancora. L’arrivo di Turkoglu gli gioverà sicuramente (vista la similitudine nel gioco dall’arco con Lewis), ma secondo me a est non puoi permetterti un giocatore così lento e inconsistente in difesa, e così macchinoso e prevedibilie in attacco. Deve migliorare in fretta, perchè con quel rinnovo di pressioni addosso ne avrà parecchie.

  15. giancarlo giancarlo

    grande giocata dei Raptors, che trasformano l’affare Turkoglu in una mid-level exception e liberano spazio nel cap per rifirmare Delfino (che serve tantissimo) ed un altro free-agent, visto che Parker sembra destinato ai Cavs, ma dipende da cosa vogliono, per me servirebbe una guardia/ala con punti nelle mani tipo GRANT HILL O BOBBY JACKSON (troppo vecchi?) o MATT BARNES (troppo matto?) o LINAS KLEIZA. certo in Europa ce ne sono (SISKAUSKAS, NAVARRO, NICHOLAS, BASILE) ma non penso interessino in Canada o per i loro contratto o per l’età. l’altra alternativa sarebbe uno scambio con dentro BOSH, l’unico che potrebbe portare ad ottenere in cambio qualcosa di interessante, ma ovviamente è difficile…
    BELINELLI-TURIAF X BOSH?

  16. edlp edlp

    Ormai è chiaro ,in NBA per quasi ogni tipo di “favore” citofonare Grizzlies…anche se credo che una mossa come quella di Gasol si imbattibile.
    Entrando nel merito penso che i Mavs l’occassione d’oro,dove il gruppo aveva raggiunto l’apice,l’abbia già avuta…e buttata( chiedere a Miami). Con o senza Marion.

Comments are closed.