Skip to content

Lakers drop (video)

Quando si parla dei nuovi Lakers e delle loro difficoltà tutti pensano alla metà campo offensiva, al Princeton Offense e alle difficoltà di fondere un giocatore di pick and roll come Nash con tre di post basoo come Kobe, Gasol e Howard. In realtà il vero problema è quello difensivo. Oggi la difesa giallo-viola è una delle peggiori della lega, soprattutto in quelle sempre più frequenti situazioni di pick and roll. Avere due lunghi che non abbandonano volentieri l’area significa subire più che scegliere una tattica di contenimento, levando la penetrazione e concedendo un palleggio-arresto-tiro abbastanza comodo a chi attacca in palleggio. Così comodo che queste sono le peggiori squadre difensive contro il palleggiatore del pick and roll nella lega ( i dati sono espressi in punti per 100 possessi).

25 Milwaukee Bucks 89,7
26 Philadelphia 76ers 90,0
27 Portland Trail Blazers 91,5
28 Los Angeles Lakers 92,8
29 Memphis Grizzlies 103,6
30 Charlotte Bobcats 105,6

Per l’analisi video il link è : http://www.youtube.com/watch?v=e4wymKOt7tc&list=UUZG0cGNfXo9QjnosvTpLRsw

Per “drop” si intende in linguaggio-Lakers il contenimento, con Howard nelle immagini lontano dalla linea del blocco. Per “show” invece l’azione di Gasol nell’esempio, che uscendo sul palleggiatore gli nega sia il tiro che la penetrazione costringendolo a lavorare di più per trovare una situazione migliore

Published inHomepageNba

6 Comments

  1. Alberto Alberto

    Li ho visti giocare contro Detroit, d’accordo la modestia dell’avversario ma mi sono sembrati una squadra che è destinata in breve tempo ad esplodere nelle due metà campo: in attacco non mi sono dispiaciuti senza Nash, ho visto poco pick n’ roll e molto movimento della palla a partire dal post di uno dei due lunghi. In difesa hanno spinto bene sul fondo e gli aiuti di Howard hanno fatto male: non so cosa ne pensi Flavio..con un po’ di tempo per lavorare secondo me saranno difficilissimi da contrastare in attacco ed in difesa.

  2. JV JV

    Te lo spieghi che Howard non è abituato ad uscire, non lo ha mai fatto e, se non cambia l’approccio e la preparazione alla partita, non lo farà mai.
    Il resto è tirare una coperta corta, se gli avversari hanno studiato a casa finiranno per attaccare lì. Poi ci finiscono di mezzo i play lakers, di loro limitati difensivamente, che sono costretti a inseguire per tutta la partita.
    Ma su tutto si può lavorare, anche su questo

  3. Wotan Wotan

    Avevo notato anch’io questo diverso modo di difendere il p&r da parte di Gasol. Quindi la soluzione sembra semplice: più “show” e meno “drop”, anche da parte di Howard. Poi però credo che bisogni che il resto della difesa impari a ruotare bene sull’eventuale passaggio per il “rollante” che, per quanto difficile con un lungo addosso, è più che fattibile per molte PG Nba.

  4. Simone Simone

    Come spieghi il fatto che un allenatore di mentalità difensiva come Brown sia così in difficoltà proprio su quell’aspetto del gioco? Grazie

    • raffaele raffaele

      io lo spiegherei semplicemente col fatto che è tutto work in progress, visto che howard si è aggregato alla fine del training camp e kobe non si allenato successivamente per più di una settimana. io credo che sia tutto troppo presto per emettere giudizi definitivi. miami dopo il primo mese era 10-8.

      • Simone Simone

        Ovviamente, come ho già scritto nel forum, bisognerà aspettare almeno un mese e mezzo per un primo giudizio.. Ma la fase difensiva così carente mi lascia comunque perplesso..

Comments are closed.