Skip to content

Il non-cronometro

Provo a dare un contributo dopo un colloquio con chi materialmente cura la grafica di SKY. Il “non-cronometro” che si vede in onda è fisiologicamente sfasato in arresto di qualche decimo rispetto al momento in cui si ferma il cronometro vero e proprio. Si tratta di una questione tecnica, indipendente dalla bontà dell’interfacciamento tra cronometro e grafica. In buona sostanza il ritardo che si vede non è dovuto al Precision Time ma a questioni di carattere eminentemente televisivo. Volgarmente parlando, c’è un segnale che viaggia dalla consolle al tavolo ad un computer (spesso fa anche un giro più lungo transitando per Milano). Il ritardo con cui apprentemente si ferma il cronometro è pari al “giro” (sempre più volgare) che fa questo segnale. Il che non toglie che quando il cronometro vero è fermo la grafica lo emula perfettamente. Un mezzo secondo circa di distanza è considerato perfettamente normale dai tecnici del settore, che mi dicono anche che nel caso della Formula 1, delle cronometro nel ciclismo e dello sci si verificano casi del genere, senza che l’indicazione del tempo finale vada messa in discussione. Spero di potervi dare altre indicazioni in giornata.

Published inHomepageSerie A

6 Comments

  1. Gianluca Gianluca

    Anch’io concordo con Andrea, seguo il basket e le vostre partite e non mi è mai capitato di vedere uno sfasamento di quel genere. Se per voi è normale allora ok, ma perchè in nessun altra partita si è verificata una situazione del genere. Qui non si parla di centesimi o decimi, ma passa veramente un “eternità” dal fischio allo stop del cronometro…

  2. carlo carlo

    Ma invece di cercare improbabili spiegazioni di mal funzionamento del cronometro ufficiale di gara, quando la spiegazione tecnica di F. Tranquillo appare talmente chiara da non lasciare dubbi di sorta, perchè non accettare il verdetto del campo? Naturalmente mi rivolgo ai tifosi della F..

  3. marco marco

    da fan fortitudo
    giusto rincorrere una modalità “seria e certificata” che risolva qs problemi tecnici.
    ma siamo scesi meritatamente….
    Il basket si gioca in campo, ci sono i play off e la EFFE merita la LegaDue per quanto si è visto in campo
    Ritengo che Savic al posto del reclamo doveva presentare le proprie dimissioni.
    Basket giocato please…non quello dei corsi e ricorsi

  4. Andrea Andrea

    Qualche decimo? Qui parliamo di più di un secondo, in almeno un caso!
    Io, da telespettatore sky, quest’anno non ho mai notato un ritardo tale del cronometro sky rispetto al fischio arbitrale in occasione delle partite trasmesse.
    Come mai questa volta è accaduto? Cosa c’era di diverso rispetto alle altre volte?

  5. george george

    Pur considerando le “sfasature fisiologiche” della grafica, l’anomalia rimane evidente. Solo in alcune circostanze (quelle evidenziate sul sito della Fortitudo e in qualche altra occasione) la sfasatura è di un secondo abbondante. Per tutto il resto del collegamento (compresa la partita di Bologna, Virtus-Treviso) la sfasatura tra il fischio e l’arresto del cronometro era impercettibile.
    Mi sento di dire, correggimi se sbaglio, che si possono trarre 2 conclusioni:
    1) la sfasatura “fisiologica della grafica” ha delle fluttuazioni che possono portare a sfasamenti più marcati in alcune circostanze.
    Oppure:
    2) il precisioni time non funzionava correttamente e per questo lo sfasamento della grafica era più marcato in alcune occasioni.

  6. Paolo Paolo

    Mi sembra corretta la spiegazione del tecnico Sky.

    Anche per il segnale video che viene “encodato” si verificano ritardi del genere, dovuti al pasasggio via cavo dei dati rispetto alla realtà vera e propria.

    Senza però che per questo ci siano perdite di informazioni…

    In ogni caso brutta faccenda che scredita il movimento e acuisce le magagne del sistema, più volte elencate da te

Comments are closed.