Skip to content

Da Zero a Otto

Da 0 a 8 “Da Zero a Otto” – il riferimento è al numero di maglia di Danilo Gallinari, nato l’8/8/88 – è la nuova uscita della collana “Biografie” di Libreria dello Sport, che già in passato ha pubblicato le storie in prima persona di campioni del calibro di Lance Armstrong e Monica Seles.

Con l’aiuto di Flavio Tranquillo, voce del basket di SKY Sport, Danilo Gallinari ha voluto ripercorrere tutte le tappe del suo personalissimo viaggio, svelando particolari inediti, portandoci dentro le sfide e i trionfi che hanno caratterizzato una carriera che sta per entrare nella fase decisiva. Ecco allora episodi preziosi, retroscena e opinioni dell’ala dei Knicks, atteso nel 2010-11 alla stagione del definitivo decollo. E non è un caso che il destino abbia riservato al “Gallo” un esordio in casa, perché il prossimo 3 ottobre i suoi New York Knicks giocheranno la prima amichevole stagionale proprio al Forum contro la sua ex-squadra, l’Armani Jeans Milano.

A 22 anni normalmente si finisce l’università e si cerca un lavoro. Danilo Gallinari nei suoi primi 22 anni di vita ha invece percorso un viaggio ben più lungo dei 6.400 chilometri abbondanti che in linea d’aria separano la natìa Sant’Angelo Lodigiano da New York.

Un viaggio cominciato al seguito del papà, giocatore della grande Milano degli anni ’80 e compagno di Mike D’Antoni, l’attuale capo-allenatore di Danilo. Un’adolescenza normale trascorsa tra scuola e palestra, con una passione enorme per il basket e una crescente serie di successi, culminati nei titoli di miglior giovane emergente d’Europa, miglior giocatore del campionato italiano e prima scelta NBA, selezionato al numero 6 dai New York Knicks. Senza mai perdere di vista la semplicità, la famiglia e le amicizie di sempre.

PER ACQUISTARE IL LIBRO CLICCA QUI

Published inHomepage

7 Comments

  1. Hey There. I found your blog using msn. This is an extremely well written article. I’ll make sure to bookmark it and come back to read more of Flavio Tranquillo – Benvenuto nel mio sito . Thanks for the post. I will certainly comeback.

  2. Right here is the right blog for everyone who would like to understand this topic. You know a whole lot its almost hard to argue with you (not that I actually would want to…HaHa). You certainly put a brand new spin on a topic which has been written about for many years. Wonderful stuff, just excellent!

  3. Hey There. I found your blog using msn. This is a really well written article. I will make sure to bookmark it and come back to read more of Flavio Tranquillo – Benvenuto nel mio sito . Thanks for the post. I’ll certainly return.

  4. Wow, fantastic blog layout! How long have you been blogging for? you make blogging look easy. The overall look of your web site is great, let alone the content!. Thanks For Your article about Flavio Tranquillo – Benvenuto nel mio sito .

  5. Wow, fantastic blog layout! How long have you been blogging for? you make blogging look easy. The overall look of your web site is magnificent, let alone the content!. Thanks For Your article about Flavio Tranquillo – Benvenuto nel mio sito .

  6. Wow, awesome blog layout! How long have you been blogging for? you make blogging look easy. The overall look of your web site is magnificent, as well as the content!. Thanks For Your article about Flavio Tranquillo – Benvenuto nel mio sito .

  7. Ricky Ricky

    Caro Tranquillo,
    spero che telecronache come quelle dell’altra sera (minnie-NY) siano un’eccezione.
    Non è possibile ascoltare un serio e preparato professionista come Lei, idolatrare in quel modo un giocatore.(per altro in un contesto ridicolo e in una serata oggettivamente mediocre).
    Ne va della sua credibilità come giornalista, il Gallo è a tutti noi caro e speriamo tutti possa essere gicatore importante per l’NBA e per la ns nazionale. Ma il Gallo non è il padre eterno, come l’altra sera si è provato a farci credere.
    La mia critica è dettata solo dalla profonda ammirazione che provo per la sua persona e vederla (probabilmente per il troppo amore sportivo) così palesemente schiarata non lo trovo ne giusto ne eticamente corretto.

Comments are closed.