Skip to content

Biella avanza, giù il cappello

Per moltissimi è una sconfitta di Roma. Invece prima di tutto è una vittoria di Biella, la squadra, la società, l’ambiente. Una vittoria sorprendente ma non sconvolgente, idem dicasi per la sconfitta. L’Angelico ha talento, profondità, storia (era alla terza gara 5 della sua storia recente), fame e leggerezza. Tutti ingredienti adatti a cucinare una polpetta avvelenata per una squadra che invece leggera non era, soprattutto nella testa. E quando hai dei dubbi succede così, che le gambe ti pesano, non difendi e vai sotto di brutto. Poi quando ti sembra persa dimentichi la zavorra e risali. E quando ti sembra vinta basta un gioco, un solo gioco, per rimetterti in spalla lo zaino zavorrato.71-63, Gist rimonta da dietro lo stralunato Golemac e cambia la partita, la stravolge. I fantasmi tornano fuori dalla stanzetta in cui erano stati a malapena nascosti, ed il finale sa di destino, con due cose di Brunner che la dicono lunghissima sulle dimensioni degli attributi dell’ex orlandino. Sarebbe facile ora sparare su Gentile e Toti, su Bodiroga e Becirovic, su Brezec e Golemac, su Douglas e tutti gli altri. Facile, gratuito ed inutile. Una sconfitta può anche essere utile, a patto che tu ne faccia tesoro. E le cose che funzionano relativamente a Roma non sono poi così diverse da quelle che non funzionavano nella passata stagione, quando la squadra perse in finale. Sono gerarchie non sempre chiarissime in campo e fuori, pericolosi pencolamenti tra la voglia di stelle e il piacere di mandare la classe operaia in paradiso. Tentazioni di trovare sempre un colpevole, da Hawkins a Repesa, da Becirovic a Jennings. Insomma, la necessità è quella di fare un salto di qualità nel ragionare da squadra, nel rinforzare la struttura, nel decidere chi guida la macchina e chi gli va dietro. Certo, alcune scelte sono state sbagliate. Certo, si è fatto del negazionismo di fronte ai problemi, magari nascondendosi dietro una serie vincente che non era necessariamente un giudizio divino. Come non è giudizio divino una partita persa contro una squadra, lo ripeto, assai dotata e motivata come Biella. Il pensiero va all’Eurolega, ora il destino di Roma è soprattutto nelle mani di Benetton e La Fortezza. Dovesse vincere la Virtus, raggiungerebbe Roma nel ranking a quota 30 e la supererebbe perché il primo tie-breaker è aver vinto un titolo ULEB nel passato. Dovesse vincere la Benetton invece, solo uno scudetto Armani Jeans leverebbe la Licenza A alla società capitolina. Ma ancora, Eurolega o meno è un problema relativo. Il vero discorso riguarda la progettualità, la continuità. Se la rifondazione romana avrà queste caratteristiche forse l’amara sconfitta di stasera troverà un suo senso

Published inHomepageSerie A

15 Comments

  1. Tumassa Tumassa

    Posso capire che mi dici che non c’entra nulla l’applausetto di Garri, e probabilmente hai ragione. Però converrai che era difficilmente comprensibile anche il vostro accanimento contro di lui: se quando gioca lì patisce, è perchè ha dei problemi di personalità e di carattere, cosa che gli ha impedito in passato di rendere bene nelle grandi, come appunto Roma. Non capisco perchè per questo debba essere visto come un nemico della patria… non l’ha mica fatto apposta a floppare uno dei momenti più importanti della sua carriera.

  2. Roby '79 Roby '79

    Dispiace molto x l’uscita di scena di Roma e Virtus Bologna. Ma credo che al tempo stesso vedere squadre come Biella e Teramo (anche se eliminata) dare filo da torcere a squadre ben più blasonate faccia cmq piacere, come il ritorno in semifinale della Benetton. Non mi piace invece continuare a vedere squadre che cambiano roster tra la fine della regular season e l’inizio dei playoff, spero si metta un freno a ciò. Faccio inoltre fatica a capire i principi x l’assegnazione dei posti in Eurolega: Siena sicura, Roma (se Milano non vince lo scudetto) e Benetton (se Biella non batte Milano). Ce ne potrebbe essere una quarta?

  3. midaskk midaskk

    a tumassa:
    personalmente nn posso portare la gente al palazzo, se nn ci vengono mi dispiace ma nn credo sia un difetto dei presenti… Per quel che riguarda garri credo che chi gioca abbia una responsabilità in piu rispetto alla gente e avere un atteggiamento che nn istighi e nn crei violenza sia da pretendere… poi se ci aggiungi pure che quando gioca qui patisce come un matto e gioca puntualmente male, così come tra le altre quando giocava da noi, lo rende ancora piu disdicevole.
    poi ognuno ha le sue idee… ti posso dire che io ero in piedi ad applaudire biella e la bella partita che aveva fatto e come me buona parte del palazzo (tanto e vero che atripladi ha applaudito tutto il palazzo e nn ironicamente) lui invece ha pensato bene di chiudere un clima di fair play con quel applausetto li che nn cì’entrava sinceramente nulla

  4. Marco Marco

    e la coppa campioni di roma non vale?

    • Flavio Flavio

      eurolega, non fiba

  5. marco marco

    Per curiosita’…quale sarebbe questo titolo Uleb (NON CITATO DA NESSUNA PARTE) che darebbe eventualmente il diritto a Bologna alla licenza triennale?

    • Flavio Flavio

      l’eurolega del 2001

  6. Luca Luca

    COMPLIMENTI A BIELLA!!!!

    FLAVIO
    potresti chiarire con un tuo post la situazione Licenze Eurolega,
    magari dopo la semifinale di questa sera??
    onestamente non si capisce niente…

    Grazie mille
    Luca

  7. Tumassa Tumassa

    a middask:

    ma cosa pretendi? L’avete insultato e fischiato come se vi avesse fatto chissà cosa (l’unica sua colpa è stata non giocare bene, come se lo avesse fatto apposta…) e poi non può neanche farvi un applauso ironico? Pensate a riempire il palazzo invece di offrire spettacoli desolanti come quello di ieri sera, e non a insultare i vostri ex per chissà quali colpe

  8. domenico domenico

    Scusa Flavio, ma Treviso sarebbe in Eurolega anche se Biella battesse Milano.
    Ipotesi:il campionato lo vince Siena
    Treviso entrerebbe da miglior semifinalista comunque, perchè si è piazzata meglio sia di Milano, sia di Biella in regular season.Sbaglio o ho detto una castroneria?

  9. edoardo edoardo

    ciao!! io vorrei porre solo una domanda, in quale caso la benetton otterrebbe il diritto per l eurolega???ke ci capisco poko ormai:)

    • Flavio Flavio

      vincendo domani va in eurolega se biella non batte milano

  10. midaskk midaskk

    confermo biella è in el solo se arriva in finale, io ero al palalottomatica stasera… concordo che il momento chiave è stata la stoppata su golemac e i time out controproducenti di gentile, dare la croce addosso a brezec e douglas temo che sia inevitabile, gentile ha detto che nn era pronto e sinceramnte alla prova della verità pronto nn era proprio…era davanti a me quando nei momenti cladi chiamava time out fuori tempo che puntualmente nn gli venivano concessi… chiudo con garri… Questo nn credo si sia visto in tv: ha fine partita mentre tutti i biellesi festeggiavano giustamente lui ha pensato bene di andare in zona curva romana e festeggiare con un applauso ironico verso i tifosi romani… beh calcolando la partita patetica che ha giocato, il suo plus minute, i ripetuti errori fatti nn mi sembra una reazione da uomo, da sportivo e neanche da persona di buonsenso! Sinceramente credo che abbia dimostrato di essere un piccolo uomo…
    Ciao a tutti

  11. thechosen23 thechosen23

    e ora tra milano e biella chi vedi comefavoriti?

  12. ANDREA ANDREA

    Eravamo solo alla seconda gara 5..con la climamio siamo usciti in gara 4..ma cambia poco!! Forza Biella!!!
    Una domanda..l’unica possibilità di entrare in EL è per noi arrivare in finale?
    Grazie
    Ciao
    Andrea

Comments are closed.