Skip to content

Altro tiro, altro giro, altro regalo: il mio nuovo libro in uscita

Buffa 001

 

 

Chiamarla notizia sarebbe esagerato, anzi, fuori luogo. Non è certo un evento, e forse anche “annuncio” è fin troppo pomposo. Qualsiasi cosa sia, per me è importante, più di qualsiasi evento, notizia o annuncio. Il prossimo 12 novembre, con anteprima ebook il 31 ottobre, pubblicherò per Baldini e Castoldi “Altro tiro, altro giro, altro regalo”. É un libro che nasce dall’idea autonoma di un amico che, ahilui, fa l’editore. Lui mi ha chiesto di mettere per iscritto perché amo questo benedetto Gioco, io ci ho messo solo la fiducia nel suo intuito e un po’ di disciplina nel superare quel pudore. Spero che perdonerete se qualche volta parlo un po’ di me stesso, un argomento che non affronto con facilità. É una scusa per parlare di basket, ma anche di qualcos’altro.

 

Una volta messo mano al PC le parole sono venute fuori da sole, per cui deduco che fossero dentro di me da qualche tempo. La parte personale del libro è autocritica, rispetto all’aver vissuto a lungo nel tunnel di questa passione, una cosa che sconsiglio con forza. Quella più strettamente cestistica cerca invece di fissare i motivi di questo amore, che è più vivo che mai. Non vorrei passare per quello che vive il basket come una missione, non è così. Per me è una ragione di vita di cui mi occupo professionalmente, un connubio passione/lavoro bello e pericoloso, che non ha nulla di mistico, eroico o meritorio. Ho provato a raccontarlo mettendomi il più possibile a nudo, e sono curioso come una scimmia di sapere cosa ne pensate.

 

Mi piacerebbe che in tanti leggessero “Altro tiro, altro giro, altro regalo” per due motivi, ambedue prosaici. Il primo è premiare intuito e coraggio del predetto editore, di cui sono debitore in eterno. Il secondo è che quelle che nel volume definisco “le mie idee, modeste ma risolute” sono davvero tali. Ho impiegato trent’anni per cambiarle, rifinirle e infine fissarle, e ora vorrei sottoporle al vaglio del maggior numero possibile di appartenenti alla comunità dei canestri. Quella composta da tutti quelli che soffrono della stessa bellissima malattia che mi ha colpito 40 anni fa.

Published inHomepage

3 Comments

  1. Alessio Ferrari Alessio Ferrari

    Gentile Sig. Flavio Tranquillo,
    Leggendo il commento del Sig. Antonio Salvia, volevo chiederLe se fosse possibile invitarla in un paese in provincia di Bergamo, Azzano San Paolo, per la presentazione del suo nuovo libro “Altro tiro, altro giro, altro regalo”.
    In attesa di un Suo riscontro Le porgo distinti saluti.
    Alessio Ferrari

  2. Antonio Salvia Antonio Salvia

    Gent.mo Flavio Tranquillo,
    in merito alla pubblicazione del suo nuovo libro volevo chiederLe se fosse possibile invitarLa in Basilicata,nella città di Tito(Potenza) per la presentazione del volume “Altro tiro,altro giro,altro regalo”.
    In attesa di un Suo riscontro Le porgo distinti saluti.
    Antonio Salvia

Comments are closed.